La Storia del Caseificio

Il Caseificio Sociale Ponte di Barbarano, l’unico caseificio situato nei Colli Berici, è stato costituito il 30 gennaio 1922 da un gruppo di allevatori della zona.
A partire dagli anni ‘50 il Caseificio Sociale Ponte di Barbarano ha iniziato un processo di trasformazione che lo ha portato, anche grazie all’ingresso di nuovi soci, a incrementare la capacità operativa fino a diventare un’importante realtà industriale.

Gli investimenti effettuati dal 1998 al 2000 hanno consentito la riqualificazione di strutture e impianti produttivi: gli uffici amministrativi sono stati ampliati e dotati di una moderna rete informatica; è stato completamente rinnovato il sistema di conservazione e trasporto del latte dalla stalla alla cooperativa; l’impianto di salatura idrodinamica è stato ammodernato e il reparto di affioramento del latte automatizzato.

Nel giugno 2001 il Caseificio Sociale Ponte di Barbarano ha ottenuto la certificazione in base alla norma UNI EN ISO 9002:1994 e ha integrato il sistema di qualità con quello di controllo igienico-sanitario e con le DOP di Grana Padano e Asiago pressato.

Nel dicembre 2003 il sistema di qualità è stato adeguato in base alla nuova norma UNI EN ISO 9001:2000. Successivi investimenti hanno permesso l'installazione di un sistema di controllo automatizzato del siero innesto, l’adeguamento tecnologico del locale di produzione del Grana Padano e l’acquisizione di un nuovo impianto di produzione di Asiago Pressato.

Oggi dal caseificio escono il Grana Padano e l’Asiago Pressato, entrambi a Denominazione di Origine Protetta, a cui si affiancano altre 15 linee di prodotto.